Posts Tagged ‘cittadini’

h1

I candidati del PdL – Giuseppe MANNARINO

12 maggio 2009

MannarinoGiuseppe Mannarino, 30 anni, artigiano alla sua prima esperienza elettorale. Si propone come obiettivo quello di interpretare le esigenze dei giovani del nostro paese e di dare voce alle tante persone della nostra realtà che non sempre trovano la strada giusta per portare le proprie esigenze all’attenzione delle istituzioni.

Annunci
h1

Le tessere elettorali: quando il cittadino diventa suddito

18 aprile 2009

In questi giorni gli assaghesi stanno ricevendo a casa delle lettere in cui, in conseguenza della creazione della Provincia di Monza e Brianza, si richiede di presentarsi allo sportello unico del cittadino a ritirare la nuova tessera elettorale.
A parte il fatto che alla maggior parte della gente risulta oscuro cosa possa interessare a un cittadino di Assago della creazione della Provincia di Monza (in realtà, in conseguenza di questa è cambiato il collegio elettorale della nostra zona), questo fatto apparentemente secondario riveste un’importanza focale.
Perché il Comune non ha mandato a casa le tessere elettorali via posta? Qualcuno sarà contento di questo, perché ha il mito dello Stato-mamma-papà-padrone, qualcun altro perché finalmente vede una certa utilità per il “suo” sportello unico del cittadino, altrimenti inutile. Noi ci vediamo solo l’ennesima espressione della burocrazia fine a se stessa, in cui è il cittadino al servizio della pubblica amministrazione e delle sue esigenze e non il contrario.
E’ ora di cambiare: è ora che il Comune ritorni ad essere un servizio per i cittadini e che non faccia pesare le incombenze. Pensate solo che qui si tratta della fruizione di un diritto (quello di voto): gli assaghesi sono costretti anche a fare una fila inutile per goderne. Ogni commento è superfluo.

h1

Gravissimo! I cittadini non possono far sentire la propria voce

5 agosto 2008

2 agosto: mentre la maggioranza degli Assaghesi è in ferie, la giunta di sinistra del sindaco Raimondo trova il tempo di approvare importanti documenti quali il Piano dei Servizi e relativo Piano delle Regole, delibera sullo studio geologico, idrico e sismico e sulla Proposta di Rapporto Ambientale.

Tutto bene, si potrà pensare, se non fosse che dal 2 agosto scattano i tempi di legge (30 giorni) per sollevare – da parte dell’opposizione e soprattutto da parte della cittadinanza – le obiezioni a tali risoluzioni.

Quindi, COME SEMPRE CALPESTANDO LE PROMESSE DI TRASPARENZA ED IGNORANDO I DIRITTI DEI CITTADINI, importanti atti amministrativi vengono approvati in agosto, approfittando del fatto che tutti saranno in vacanza nel periodo nel quale potrebbero opporsi.

Ancora una volta, ogni commento è superfluo.