Posts Tagged ‘sportello unico’

h1

Le tessere elettorali: quando il cittadino diventa suddito

18 aprile 2009

In questi giorni gli assaghesi stanno ricevendo a casa delle lettere in cui, in conseguenza della creazione della Provincia di Monza e Brianza, si richiede di presentarsi allo sportello unico del cittadino a ritirare la nuova tessera elettorale.
A parte il fatto che alla maggior parte della gente risulta oscuro cosa possa interessare a un cittadino di Assago della creazione della Provincia di Monza (in realtà, in conseguenza di questa è cambiato il collegio elettorale della nostra zona), questo fatto apparentemente secondario riveste un’importanza focale.
Perché il Comune non ha mandato a casa le tessere elettorali via posta? Qualcuno sarà contento di questo, perché ha il mito dello Stato-mamma-papà-padrone, qualcun altro perché finalmente vede una certa utilità per il “suo” sportello unico del cittadino, altrimenti inutile. Noi ci vediamo solo l’ennesima espressione della burocrazia fine a se stessa, in cui è il cittadino al servizio della pubblica amministrazione e delle sue esigenze e non il contrario.
E’ ora di cambiare: è ora che il Comune ritorni ad essere un servizio per i cittadini e che non faccia pesare le incombenze. Pensate solo che qui si tratta della fruizione di un diritto (quello di voto): gli assaghesi sono costretti anche a fare una fila inutile per goderne. Ogni commento è superfluo.

Annunci
h1

Sportello unico: macché semplificazione!

10 settembre 2008

La giunta di centrosinistra si sta affannando a comunicare a tutti i cittadini che con l’apertura dello sportello unico questi avranno finalmente in mano le chiavi della città (!).

La realtà, per gli assaghesi è tristemente diversa: infatti, laddove adesso bastava presentarsi allo sportello competente, questa mossa dell’amministrazione fa sì che i cittadini si debbano sorbire un passaggio in più che, prevedibilmente, non condurrà a nessun risultato (nessuno, infatti, può essere esperto di tutti gli argomenti: i cittadini verranno prevedibilmente dirottati in un altro ufficio, più competente).

Il risultato? Più burocrazia, ovvero esattamente il contrario di quello che si aspettano i cittadini. Certo, non è quello che ci si aspettava quando “le chiavi del comune” simboleggiavano la maggior trasparenza promessa agli assaghesi

Ancora una volta, se la vita ad Assago diventa più complicata, gli assaghesi non dovranno fare altro che ringraziare il loro sindaco di centrosinistra…